Trucchi e consigli dei Master

 :: Forum :: Gdr

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Argaille il Lun Lug 27, 2009 5:28 pm

Antonio nn ho ancora ben capito se per te masterizzare è bello o brutto Question . cmq son d'accordo con te sul fatto che il gioco deve essere provato prima.
quando ho detto tutti i sistemi di gioco intendevo dire che sia provando che sentendone parlare sinora nn ho trovato un solo gioco che nn necessiti di correttivi

Argaille

Data d'iscrizione : 26.07.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Antonio il Lun Lug 27, 2009 5:30 pm

Argaille ha scritto:Antonio nn ho ancora ben capito se per te masterizzare è bello o brutto Question . cmq son d'accordo con te sul fatto che il gioco deve essere provato prima.

da cosa ti viene questa domanda?
cmq io porto anche un gioco come GM a UR... nell'altro il GM siamo tutti a turno quindi non posso arrogarmene il diritto Smile
avatar
Antonio

Età : 37
Location : Padova
Data d'iscrizione : 27.04.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Argaille il Lun Lug 27, 2009 5:33 pm

era solo un'impressione mia.... Smile cmq se sei un master allora questa impressione se ne va, che gioco porti?
anche io masterizzo quest'anno

Argaille

Data d'iscrizione : 26.07.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Whitedreamer il Lun Lug 27, 2009 5:49 pm

Argaille ha scritto:Antonio nn ho ancora ben capito se per te masterizzare è bello o brutto Question . cmq son d'accordo con te sul fatto che il gioco deve essere provato prima.
quando ho detto tutti i sistemi di gioco intendevo dire che sia provando che sentendone parlare sinora nn ho trovato un solo gioco che nn necessiti di correttivi

i giochi che necessitano di correttivi (per la mia esperienza) sono solo i giochi tradizionali, e non sono i giochi a necessitare di correttivi ma bensì sono i giocatori che necessitano di farli, questo perché la gestione del gioco in se lo permette, perché i confronti sono categorizzati per tipologia e quando c'è questo un master deve per forza scegliere in quale tipologia inserire il confronto che va a gusto.

Ps: per giocatori intendo incluso il master
avatar
Whitedreamer

Età : 37
Data d'iscrizione : 16.03.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Suna il Lun Lug 27, 2009 5:55 pm

Argaille ha scritto:wow nn credevo di dare il via a reazioni così intense.... quello che volevo dire era che, e vale x tutti i giochi, se nn si ha un po' di elasticità nn ci si può divertire.

Ma assolutamente, anzi ancora più vero per i giochi new wave secondo me, in quanto -come accade in molti giochi new wave- avendo parte dell'autorità narrativa ti costringe a fare un po' da master anche se sei giocatore, e quindi devi saper apporre il tuo contributo alla narrazione anziché limitarti a dire come il tuo personaggio reagisce attendendo il nulla osta del master. Da quel punto di vista giochi come Cani pretendono molta elasticità. Vedi il relativo sistema a rilanci, che ti fa alterare la narrazione aggiungendo dettagli allo scopo di far scorrere la narrazione nella direzione che vuoi tu.
Non è questo il problema, o meglio la questione che ci si pone di risolvere, e per spiegarlo mi aggancio alla frase di Zooantropo:

non penso ci siano problemi a capire che il regolamento deve essere piegato agli scopi dell'avventura.

Ecco, l'approccio da fare a mio avviso è quello opposto. Invece che cercare di piegare un regolamento all'avventura che voglio fare, perché non creo l'avventura a partire dalle promesse che quel regolamento mi fa o, se non mi piace, cambiare regolamento? La differenza tra giochi NW e vecchi, al di là di qualsiasi considerazione di qualità, è che al contrario di questi ultimi, generici al massimo per permettere di fare -in teoria- un po' di tutto, quelli forgisti pongono sempre delle chiare premesse. "Questo gioco si propone di esplorare dilemmi morali", uhm, vediamo. Sono una parte centrale dell'avventura che voglio proporre? Yes no. Diciamo no, vediamo quest'altro. "Questo gioco si propone di esplorare le conseguenze che una rivoluzione tecnologica o culturale ha sulla società in una ambientazione fantascientifica, così come la Spezia in Dune o la Psicostoriografia nel ciclo della Fondazione di Asimov". Ahh, ecco, stavo giusto cercando questo!
Non è la soluzione più semplice?
Se fai questo ragionamento non devi fare nemmeno la fatica di cambiare regole senza avere la certezza che stai facendo la cosa giusta. Alcuni giochi indie sono in playtest da ANNI (vedi Acts of Evil di Czege) proprio per avere la certezza di funzionare correttamente. Se hai il gioco con le premesse che vuoi, usi quello e vai tranquillo. Nel caso di molti giochi indie (badate! Mica di tutti, schifezze ce ne sono anche lì, specie di recente), in genere, le premesse vengono sempre mantenute, quindi potete andare abbastanza sul sicuro che il sistema FARA' quello che promette.

I due esempi sui dubbi morali e la rivoluzione culturale, a titolo di cronaca, erano Cani nella Vigna, ormai noto a molti di voi, e Shock di Newman.
avatar
Suna

Location : Shangri-L.A.
Data d'iscrizione : 21.04.09

Visualizza il profilo dell'utente http://www.chiseledgear.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Leandro il Mar Lug 28, 2009 7:06 am

Io ripeto la mia posizione.
Se si debba modificare o no il regolamento al proprio uso e se quindi viceversa per fare bene o male il master sia meglio avere un regolamento inattaccabile od uno con le stampelle è meno importante di avere persone che quando giocano si divertono.
Se il mio gruppo non sopporta di giocare un troglodita dell'età della pietra indipendentemente da che regolamento userò per rappresentare l'era cenozoica difficilmente otterò lo scopo finale, che a mio avviso è il divertimento.
D'altra parte è vero che ci sono gruppi che si divertono solo a menare le mani (in gioco ovvio! Very Happy ) E' giusto allora proporre avventure nelle quali si fa solo quello?
Direi di no. Perchè la formazione di un "gusto" di gioco complesso passa attraverso la conoscenza di tante cose, nel gioco e fuori del gioco.
La fossilizzazione quella è sempre sbagliata.
Aver giocato solo tradizionale (o solo il NW) senza conoscere l'altro lato della medaglia è sbagliato. Dopo aver giocato ad entrambe allora sì si può fare una scelta.

Quindi il mio consiglio è: partendo da quello che al gruppo può piacere aggiungere elementi di crescita nel gioco che possono essere dati o da regolamenti nuovi o da tipologie di avventure nuove.

_________________
Mirò, quasi in teatro od in agone,
l'aspra tragedia de lo stato umano:
i vari assalti e 'l fero orror di morte,
e i gran giochi del caso e de la sorte.

Avatar: Rogier Van der Weyden (1400 circa - giugno 1464) - "San Michele pesa la anime"
particolare dal polittico del "Giudizio universale" (anno 1450-51) - Hotel Dieu, Beaune
avatar
Leandro
Admin

Data d'iscrizione : 10.03.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Suna il Mar Lug 28, 2009 11:39 am

Beh sono veramente pochi quelli che hanno giocato solo NW, Leandro Smile

Ora, che il divertimento sia lo scopo ultimo è dato per scontato, quindi scusa se mi permetto ma dire "che importa se il sistema funziona o no, l'importante è divertirsi" è un ragionamento fallato in questo: se un gioco non mi dà quello che voglio, posso avere gli amici migliori del mondo, il master più bravo del mondo, il nostro divertimento verrà sempre a sbattere contro l'ostacolo del sistema di gioco che ci fa faticare per ottenere quel divertimento che vogliamo raggiungere.

Appunto la questione diventa relativamente problematica quando i gruppi anziché cercare di sormontare l'ostacolo lo accettano come una falla sistemica ("i giochi di ruolo sono fatti così, non sono perfetti") e non concepiscono neanche la possibilità che quell'ostacolo è sormontabile, neanche quando gli si sbatte in faccia la realtà, spesso. Da cui la metafora ruote rotonde, ruote quadrate e perché l'osservazione di Argaille era fondamentalmente errata (ma vorrei fosse chiaro che do questi giudizi senza cattiveria o sensi di superiorità: sono semplici constatazioni e non è proselitismo).

Ora, se a me piace un gioco vecchio stile e davvero mi ci diverto al 100% e ho il gruppo che vuole quella tematica e il sistema ci viene incontro e tutti si divertono allo stesso modo, va benissimo quel gioco. Badate che non mi sono mai imbattuto in gruppi tanto felici: c'è sempre almeno uno nel gruppo che si annoia, che rimane contrariato, ecc.

Una cosa che ho sempre notato dei giochi e dei giocatori forgisti è che zilchplayer (quei giocatori che si annoiano facilmente, stanno lì solo per 'trovarsi tra amici' -ma andare a bere una birra insieme non è meglio che annoiarsi ad un tavolo?- e in generale interagiscono poco o niente) non ne ho mai incontrati, e sono stato in diverse con, giocato con gruppi diversissimi. Neanche l'ombra di uno che sta lì ad annoiarsi. Semplicemente, il gioco non te ne dà il tempo, è intenso, coinvolgente, e c'è entusiasmo.
Perché il sistema ti dirige in maniera chiara e precisa in una direzione dandoti le basi per creare qualcosa di molto coinvolgente, e perché il sistema è strutturato in maniera semplice e con regole che in sè sono divertenti.
Banale esempio, un conto è tirare un tot. di d10 e sommare i successi, un conto è tirare anche il doppio di d6, spostarli da un punto all'altro della scheda determinando come distribuisci tra azione, carica e attacco, per poi narrare le conseguenze delle tue scelte tattiche. I giochi forgisti secondo me sono vincenti in quanto sono COINVOLGENTI. Cosa che quelli vecchi non sono. Se il master è bravo, riesce a renderli divertenti. Ma il gioco in sè, spogliato del colore e spogliato di ambientazione, è più o meno semplice ma mai più o meno divertente. Non è nè carne nè pesce, è un motore, che muove un marchingegno non specificato (nei giochi vecchi). Ovvero ti dice come si fa questo e come si fa quello, ma non a cosa stai giocando. Quello viene relegato all'ambientazione, quando va bene, e comunque ambientazione, tematiche e sistema non si incontrano quasi mai. Tu stesso, Leandro, mi dici che dei manuali leggi sì e no 100 pagine. Perché sono noiosi, no?? E allora questa non è la prova che c'è qualcosa che non va?? Non penso che sia tu un ritardato che dopo 100 pagine non riesce a memorizzare le cose, o che sia tu uno che soffre patologicamente di noia/depressione percui sarebbe un limite tuo non riuscire a leggere di più. Anche perché condivido pienamente la cosa.
Ma quasi tutti danno per scontato che questo sia normale. Ovvio che è perché non hanno mai provato niente di veramente diverso.

Edwards ha scritto un articolo moooolto carino che proprio tu, Leandro, dovresti aver già letto, e che si intitola "System Does Matter" http://www.indie-rpgs.com/_articles/system_does_matter.html e che è il fondamento della raison d'ètre di The Forge.

E scusate per il post lungo... ho sacrificato la brevità in nome della chiarezza, spero di esserci riuscito... comunque, Leandro, sulla tua conclusione, ovvero sul tuo consiglio, ovviamente sono d'accordo al 100% Smile
avatar
Suna

Location : Shangri-L.A.
Data d'iscrizione : 21.04.09

Visualizza il profilo dell'utente http://www.chiseledgear.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Leandro il Mar Lug 28, 2009 12:23 pm

Partendo dal presupposto che non leggo nemmeno le tue post fino in fondo perchè le trovo lunghe Twisted Evil (però in sto caso l'ho letta) e che non leggo più articoli di nessuno NWivvaro perché poi rischio di sentirmi dire che ne uscito uno nuovo che dice il contrario del precedente e che devo leggere tutto dall'inzio altrimenti bla bla bla Twisted Evil Twisted Evil (cmq l'articolo ormai l'avevo già letto)
faccio solo notare che il regolamento è un mezzo il divertimento è un fine.
Il fine è divertirsi il mezzo ognuno le scelga come lo vuole. Tutto quà.

P.S: Glenda ha giocato solo NW mi pare...
P.P.S: io i manuali non li leggo li colleziono...leggere è un attività collaterale che si limita a 100 pagine (facciamo 30...) perchè leggo più volentieri altro, però intanto ce li ho, ma non sento ne gioia ne annoiamento nel leggerli come non sento desiderio di leggerli (tanto poi c'è sempre qualcuno che li legge per me). Eh sì, al contrario di molti di voi, io sono più giocatore che master, eh sì....

_________________
Mirò, quasi in teatro od in agone,
l'aspra tragedia de lo stato umano:
i vari assalti e 'l fero orror di morte,
e i gran giochi del caso e de la sorte.

Avatar: Rogier Van der Weyden (1400 circa - giugno 1464) - "San Michele pesa la anime"
particolare dal polittico del "Giudizio universale" (anno 1450-51) - Hotel Dieu, Beaune
avatar
Leandro
Admin

Data d'iscrizione : 10.03.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da elCairo il Mar Lug 28, 2009 1:09 pm

Leandro ha scritto: P.P.S: io i manuali non li leggo li colleziono...

Definito anche come "scaffale". Smile

_________________
Attenzione, altamente infiammabile*

* http://it.wikipedia.org/wiki/Flame
avatar
elCairo
Admin

Età : 37
Location : quinto cerchio dell'inferno, immerso nella palude di Stigia
Data d'iscrizione : 11.03.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Argaille il Mar Lug 28, 2009 1:54 pm

ragazzi su nn litigate che poi mi sento in colpa (in fondo tutto nasce da un mio post arrivato in ritardo Very Happy ) QUELLO CHE INTENDEVO e lo ripeto x le terza volta, nn era dare un giudizio su quale gioco fosse meglio, ma solo dare un consiglio da master a chi deve affrontare un branco di feroci giocatori al tavolo di gioco.
sono sicuro che sia molto utile provare entrambe le strade, ma per quanto mi riguarda, io ho imparato a modificare le mie avventure sulla base delle scelte dei miei pg....in fondo a me piace lavorare e faticare a progettare di tutto (eh si sono decisamente pazzo) anche se poi nn sevirà e solo perchè a mio parere un master deve divertirsi anche nella fase di progettazione dell'avventura nn solo quando si trova al cospetto dei giocatori.
quanto alle tecniche di masterizzare possono essere diverse ovviamente e Suna ha ragione a dire che ci sono sempre giocatori contrariati o annoiati al tavolo ma credo che questo nn dipenda dal sistema, dal regolamento, dal master o dall'ambientazione ma solo da quegli stessi giocatori,in quanto sono convinto che l'avventura sia un lavoro di squadra nn la recita di un copione.
se giocatori e master collaborano nn importa il sistema che usi ma l'avventura verrà bene lo stesso, ho giocato sessioni memorabili di gdr vecchio stile dove ho tirato i dadi solo due o tre volte, interpretando ogni scena come volevo fare (e una volta di queste e stata proprio con Suna come master) quindi ritengo che cmq il problema sia superabile, anche se sicuramente con i giochi di nuova concezione è più semplice farlo.

Argaille

Data d'iscrizione : 26.07.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Antonio il Mar Lug 28, 2009 5:14 pm

Argaille ha scritto:ragazzi su nn litigate che poi mi sento in colpa (in fondo tutto nasce da un mio post arrivato in ritardo Very Happy )

primo, nesuno litiga. magari ci si scalda e dopo aver premuto invia (o anche prima, ma ormai ho scritto una pappardella e vela pigliate Razz) ci passa


QUELLO CHE INTENDEVO e lo ripeto x le terza volta, nn era dare un giudizio su quale gioco fosse meglio, ma solo dare un consiglio da master a chi deve affrontare un branco di feroci giocatori al tavolo di gioco.

e finalmente si ritorna in topic


sono sicuro che sia molto utile provare entrambe le strade, ma per quanto mi riguarda, io ho imparato a modificare le mie avventure sulla base delle scelte dei miei pg....in fondo a me piace lavorare e faticare a progettare di tutto (eh si sono decisamente pazzo) anche se poi nn sevirà e solo perchè a mio parere un master deve divertirsi anche nella fase di progettazione dell'avventura nn solo quando si trova al cospetto dei giocatori.

sì però vedi come questa risposta è totalmente vincolata alò tipo di gioco che fai?
prendi un gruppo hack and slash di d&d in cui la cosa più importante è andare contro i mostri. la aprte di interazione sociale di solito non la devi neanche preparare magari perché non usi i tiri e fai molta recitazione, ma i mostri li prepari bene e non è che cambi la quest perché è quello che devono fare esplorazione dungeon

magari con un gruppo molto più tendente all'interpretazione (per quanto questo termine non voglia dire nulla) magari devi essere flessibile anche sui mostri. pronto a vedere i pg allearsi con buoni o cattivi o neutrali per via di come evolve la storia

e questi sono anche due esempi difficili che ho fatto. molto più semplice mi viene da dire che il tuo consiglio per giocare a AiPS o a Polaris non vale molto. in un gioco in cui non esiste preparazione quale master deve adattarsi?????

oppure io direi che ad esempio in Grandi Dei Orki in cui il GM c'è e prepara la storia io non direi che deve essere flessibile nel cambiarla, perché già il sistema da spazio ai giocatori per avere il loro sfogo

cioé come ai a dare un consiglio generico ad uno se non sai neanche che gdr gioca?

in questo era il mio appunto di una pagina fa



PS essere flessibile genericamente è sempre un buon consiglio ... ma nella sua accezione generica mi pare un po' limitato

EDIT: tempo fa a tutti quelli che giocavano a vampiri consigliavo di preparare la città e poi lasciarla vivere. adesso magari direi prepara un canovaccio e vedi come la città si crea intorno. oppure fai un misto. insomma non saprei proprio che dirgli se lu non mi parla un po' del suo gruppo e di come vede il gioco
avatar
Antonio

Età : 37
Location : Padova
Data d'iscrizione : 27.04.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Leandro il Mer Lug 29, 2009 6:28 am

Antonio ha scritto:
EDIT: tempo fa a tutti quelli che giocavano a vampiri consigliavo di preparare la città e poi lasciarla vivere. adesso magari direi prepara un canovaccio e vedi come la città si crea intorno. oppure fai un misto. insomma non saprei proprio che dirgli se lu non mi parla un po' del suo gruppo e di come vede il gioco

Ritengo che per creare uno sfondo di gioco e lasciarlo evolvere assieme ai giocatori presuppone per lo meno che i giocatori siano propositivi.
Per questo io dico partiamo da quello che uno ha in termini di giocatori e proviamo ad andare avanti da quello.
Il giocatore creatore non è così facile da trovare. Un giocatore in genere è situazionista, ovvero risolve una situazione. Un giocatore propositivo si può formare ad esempio obligandolo a fare delle scelte più complicate del semplice "attacco o fuggo?" o semplicemente descrivendo l'ambiente dicendo "adesso che cosa vuoi fare?"

Parlando di Polaris quando l'abbimo provato a UR scorsa (Ridicule) quasi mai una componente chiamava in causa un'altra coinvolgendola nel gioco. In genere il giocatore che ad esempio faceva la mente non proponeva una scena che chiamava in causa il cuore ma portava a conclusione la sua scena. Dopodichè si passava ad un'altra componente ruotando il foglio. Quindi il gioco diventava una cosa del tipo ora tocca a me e poi tocca a te ed attendo sino al mio turno.
Chiaramente questo non va bene per quel gioco.
Il merito però di un gioco così è quello che almeno ti fa chiedere se è il gioco sbagliato o se è il giocatore che sbaglia, mentre con un gioco tradizionale ciò non succede perchè in genere va bene che uno compia e porti a conclusione la sua azione e poi passi la mano (è il concetto di turno) e difatti questa abitudine di gioco non ha fatto giocare correttamente Polaris.
Ma per giocare correttamente a Polaris ce ne vuole di fango digerito. Per questo è importante che un master proponga un percorso formativo del giocatore, se ritiene che i gdr siano anche un momento culturale.

Ops: ho superato le 30 righe... Razz

_________________
Mirò, quasi in teatro od in agone,
l'aspra tragedia de lo stato umano:
i vari assalti e 'l fero orror di morte,
e i gran giochi del caso e de la sorte.

Avatar: Rogier Van der Weyden (1400 circa - giugno 1464) - "San Michele pesa la anime"
particolare dal polittico del "Giudizio universale" (anno 1450-51) - Hotel Dieu, Beaune
avatar
Leandro
Admin

Data d'iscrizione : 10.03.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Antonio il Mer Lug 29, 2009 7:03 am

[quote="Leandro"]
Antonio ha scritto:
Un giocatore in genere è situazionista, ovvero risolve una situazione.

rispondo a questo anche se è un po' OT
secondo me non è per forza vero. quando avete provato Polaris eravate tutti giocatori navigati? o no?

molto lo fa la propria esperienza. se giochi 8 anni in un modo non puoi pensare che prendi polaris e cambia tutto.

ad esempio con NCaS alla terza volta che lo provavo ho iniziato a chiedere ai giocatori che volevano fare. che presentassero loo in qualche modo le scene e dopo due minuti si sbizzarrivano che non li contenevo.

io penso che noi siamo situazionisti (anche io, decisamente) perché abbiamo giocato situazionista per tanto tempo. se prendi uno nuovo e lo metti difronte ad AiPS non penso che giochi situazionista.

edit: RANT inoltre e leggi nei forum (non questo, ma un altro) in giro nessuno gioca situazionista, anzi tutti fanno voli pindarici favolosi creando storie assurde in cui i player hanno un ruolo rilevantissimo sulla creazione della storia del GM Smile Razz Wink

PS glenda penso che giocasse di ruolo già prima di conoscere i NW (mi ero dimenticato di dirlo il post prima)
avatar
Antonio

Età : 37
Location : Padova
Data d'iscrizione : 27.04.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Suna il Mer Lug 29, 2009 11:32 am

Oh, questo è un argomento davvero interessante! Sono contento che sia stato portato in gioco.

Verissimo, giocatori propositivi sono rari. Questo però è un problema causato dai vecchi giochi, che hanno creato la mentalità situazionista. Dato che l'ultima parola su tutto è del GM, è inutile proporre, anzi prova a farlo e tutti strabuzzano gli occhi. Ci si è impigriti: chi me lo fa fare di sbattermi a inventarmi delle cose se tanto il master si è già creato la sua avventura e io devo solo viverla? E se propongo qualcosa e lui mi dice "no" perché cozza con l'avventura che lui si è creato?
Dato che si basano sempre su un concetto di narrazione condivisa, i giochi forgisti invece ti costringono ad essere propositivo. Non è facile per nessuno all'inizio (quella volta a Polaris fu abbastanza disastroso), ma quando ci si è abituati, ci si libera di quella forma mentis che si aveva, perchè si capisce che non è una cosa inevitabile, e che limita il divertimento.

Argaille ha scritto:Suna ha ragione a dire che ci sono sempre giocatori contrariati o annoiati al tavolo ma credo che questo nn dipenda dal sistema, dal regolamento, dal master o dall'ambientazione ma solo da quegli stessi giocatori

Non sono del tutto d'accordo.
La responsabilità è di tutti gli elementi da te citati. Io non distinguo tra sistema e regolamento, ma certamente responsabile allo stesso livello del master e di tutto il tavolo. E' sì un problema di quei giocatori, ma non ha origine e non dipende del tutto da loro. I giochi vecchi hanno originato e spesso tendono a incoraggiare lo zilchplay (ovvero il non giocare di fatto, l'estremizzazione della mentalità situazionista).

Dipende dal sistema eccome, perché se giochi a un gioco dove nel tuo turno devi creare elementi della scena, del mondo che viene giocato, muovere PNG, ecc., non puoi startene in parte a scaccolarti.
Poi, al contrario dei giochi vecchi, quelli forgisti hanno effettivamente meccaniche diversificate, e non è possibile che piacciano tutti. Basta trovare quello che entusiasma di più il gruppo, e magari poi variare ogni tanto (es. io detesto AiPS: mi sembra di star lì seduto a parlare di aria fritta, mentre adoro le tattiche e la competizione che puoi creare giocando ad Agon).
Se questi giocatori facilmente annoiati lo fanno con un gioco, non lo faranno con un altro, se lo fanno con tutti, vuol dire che non vogliono giocare di ruolo e allora diventa lecito chiedere loro che cazzo ci vengono a fare se non giocano. Per stare in compagnia? Ma andiamoci a bere una birra insieme e a parlare di foche, piuttosto!

PS: argaille ma tu chi sei? Che cosa abbiamo giocato insieme?
avatar
Suna

Location : Shangri-L.A.
Data d'iscrizione : 21.04.09

Visualizza il profilo dell'utente http://www.chiseledgear.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Leandro il Gio Lug 30, 2009 6:10 am

A riguardo quanto detto da Antonio:

sono perfettamente d'accordo. Si gioca situazionista perchè si è abituati ad essere situazionisti e perchè nell'insime di come si gioca ai giochi "tradizionali" questo era sufficiente a giocare, ma non "giusto" per giocare bene.
E comunque giocare 100 anni è diverso da saper giocare, come avere una laurea è diverso da avere cultura.
Compito del master è anche quello di forzare i giocatori a provare ad essere non situazionisti

Per quanto detto da Suna: secono me le cose non stanno esattamente come hai detto tu, però i giochi NW hanno il pregio che per lo meno ti costringono a non pensare solamente situazionista, ma, se vuoi giocare, ad un certo punto delle domande te le devi fare. Per questo è importante provare tanti giohi diversi e soprattutto che il propositore di giochi, che è il master, li provi.

_________________
Mirò, quasi in teatro od in agone,
l'aspra tragedia de lo stato umano:
i vari assalti e 'l fero orror di morte,
e i gran giochi del caso e de la sorte.

Avatar: Rogier Van der Weyden (1400 circa - giugno 1464) - "San Michele pesa la anime"
particolare dal polittico del "Giudizio universale" (anno 1450-51) - Hotel Dieu, Beaune
avatar
Leandro
Admin

Data d'iscrizione : 10.03.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Suna il Gio Lug 30, 2009 7:15 am

Esatto, assolutamente d'accordo!
Sai cosa, una cosa bella è che vedo molto spezzarsi la divisione in categorie giocatori/master. Di solito è abbastanza rigida, almeno per i giocatori: questo valeva anche per me, giocavo ma non mi piaceva masterizzare. Per i master è meno rigida. Questione della quantità di lavoro da fare, e soprattutto ci sono talmente tanti giochi nuovi da provare che anche un giocatore, preso dalla curiosità, ci si può buttare, magari dopo aver spezzato la timidezza iniziale. Sì, sono considerazioni un po' autobiografiche.

Acciderboli che post breve Razz
avatar
Suna

Location : Shangri-L.A.
Data d'iscrizione : 21.04.09

Visualizza il profilo dell'utente http://www.chiseledgear.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Argaille il Gio Lug 30, 2009 6:42 pm

i personalmente preferisco masterizzare a giocare... (anche se quando gioco mi diverto molto XD)

Argaille

Data d'iscrizione : 26.07.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Antonio il Gio Lug 30, 2009 6:48 pm

io dipende molto dal gioco

ad esmpio
non amo masterizzare a cani
mi piace masterizzare a NCaS
a la mia vita col padrone entrambe le cose

poi mi piacciono molto i gdr senza master e quindi ora come ora non saprei.... inoltre gioco poco e quindi non ho statistica
avatar
Antonio

Età : 37
Location : Padova
Data d'iscrizione : 27.04.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Suna il Gio Lug 30, 2009 10:46 pm

Leandro ha scritto: ma, se vuoi giocare, ad un certo punto delle domande te le devi fare.

Scusa, non ho capito che intendi...
avatar
Suna

Location : Shangri-L.A.
Data d'iscrizione : 21.04.09

Visualizza il profilo dell'utente http://www.chiseledgear.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Leandro il Ven Lug 31, 2009 6:19 am

Vuol dire che se giochi ad es. Polaris che ti propone una maniera di giocare completamente diversa ti dovrai pur chiedere, se le cose non vanno "bene", se è il gioco o se sei tu che non l'hai capito e dove o cosa c'è che non va, prima di dire che è tutto una schifezza.

_________________
Mirò, quasi in teatro od in agone,
l'aspra tragedia de lo stato umano:
i vari assalti e 'l fero orror di morte,
e i gran giochi del caso e de la sorte.

Avatar: Rogier Van der Weyden (1400 circa - giugno 1464) - "San Michele pesa la anime"
particolare dal polittico del "Giudizio universale" (anno 1450-51) - Hotel Dieu, Beaune
avatar
Leandro
Admin

Data d'iscrizione : 10.03.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Antonio il Ven Lug 31, 2009 9:37 am

Leandro ha scritto:Vuol dire che se giochi ad es. Polaris che ti propone una maniera di giocare completamente diversa ti dovrai pur chiedere, se le cose non vanno "bene", se è il gioco o se sei tu che non l'hai capito e dove o cosa c'è che non va, prima di dire che è tutto una schifezza.

aggiungo che potrebbe che essere che non sei né tu né il gioco, ma che manca semplicemente il feeleng (o come si scrive) tra le due cose

l'importante è la duttilità e la consapevolezza che ogni gioco va giocato nel suo modo e che non esiste il modo unico definitivo

scusate la ridondanza e la ripetitività dei miei post Razz

byez
avatar
Antonio

Età : 37
Location : Padova
Data d'iscrizione : 27.04.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Leandro il Ven Lug 31, 2009 10:08 am

Vero. Se mi proponi un gioco fantascienza e la fantascienza la odio non ci sarà trippa per gatti!
Puntualizzazione necessaria.

_________________
Mirò, quasi in teatro od in agone,
l'aspra tragedia de lo stato umano:
i vari assalti e 'l fero orror di morte,
e i gran giochi del caso e de la sorte.

Avatar: Rogier Van der Weyden (1400 circa - giugno 1464) - "San Michele pesa la anime"
particolare dal polittico del "Giudizio universale" (anno 1450-51) - Hotel Dieu, Beaune
avatar
Leandro
Admin

Data d'iscrizione : 10.03.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trucchi e consigli dei Master

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Tornare in alto

- Argomenti simili

 :: Forum :: Gdr

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum